Bloccare il ‘Governo dell’inciucio’ grillini-leghisti per lasciare a Palazzo Chigi il PD di Gentiloni?

Bloccare il ‘Governo dell’inciucio’ grillini-leghisti per lasciare a Palazzo Chigi il PD di Gentiloni?
27 marzo 2018

Davvero intelligenti quelli che oggi ci mettono in guardia dal ‘Governo dell’inciucio’ tra Movimento 5 Stelle e Lega. Dimenticando, però, di aggiungere che bloccare la nascita di questo Governo (che potrebbe essere anche a termine per preparare il ritorno alle urne) significherebbe lasciare ancora l’Italia nelle mani di Gentiloni e del PD  

Mentre c’è chi annuncia di voler “rifondare il PD” (e qui c’è da avere paura dopo gli enormi danni che questo partito ha provocato in Italia e in Sicilia), sia quelli che hanno affondato il PD (e quindi affondato l’Italia e la Sicilia), sia quelli che lo vogliono rifondare denunciano “l’inciucio tra Movimento 5 Stelle e Lega”.

E’ interessante notare da quale pulpito arriva la predica: ovvero da chi, per governare, nel 2013, senza avere vinto le elezioni, si è preso, in un solo colpo, il Governo, la Presidenza della Repubblica, la presidenza del Senato e la presidenza della Camera dei deputati! E che è andato avanti, per cinque anni, con i voti del berlusconiano Angelino Alfano e con un Parlamento di ‘nominati, frutto del Porcellum, delegittimato da una sentenza della Corte Costituzionale.

Per questi signori – sempre quelli che hanno affondato il PD e l’Italia e quelli che vorrebbero ‘rifondare’ il PD – il Movimento 5 Stelle e la Lega, che hanno vinto le elezioni, non dovrebbero dare vita a un Governo, perché sarebbe il Governo dell’inciucio tra grillini e leghisti.

Non sono affatto stupidi i ‘nemici’ del Governo Movimento 5 Stelle-Lega. Infatti, se non si insedierà un nuovo Governo, a Palazzo Chigi resterebbe Paolo Gentiloni. Ma sì, siccome non si deve fare il Governo dell’inciucio tra grillini e leghisti lasciamo che Gentiloni continui a governare. In fondo era il sogno del Presidente della Repubblica Mattarella, no?

Sì, lasciamo che il partito che ha perso le elezioni – il PD – continui a governare. Luigi Di Maio, e Matteo Salvini restino a discutere per altri sei-sette mesi. O magari per un altro anno.

Anche perché non è che Salvini può rompere il ‘Patto’ del centrodestra.

Certo, se Renzi e Berlusconi, insieme, avessero superato il 40% avrebbero dato vita a un Governo, che ovviamente non si sarebbe chiamato dell’inciucio tra PD e Forza Italia, ma un Governo presieduto da un Macron italiano, magari lo stesso Gentiloni.

Ma Renzi e Berlusconi hanno perso. In questo caso gl’italiani sono pregati di dimenticare il ‘Patto del Nazareno’, sono pregati di dimenticare gli articoli dei ‘Giornaloni’ che parlavano del Macron all’italiana che sarebbe nato da un’alleanza politica a ‘banda larga’: tutti europeisti, con in testa PD e Forza Italia, e in minoranza i reietti del populismo, grillini e leghisti.

Invece questi ultimi hanno vinto. E il Macron all’italiana abortì nella culla.

Però, adesso, Di Maio e Salvini non possono fare il Governo dell’inciucio. Intanto perché Berlusconi, dopo aver perso le elezioni giocando su due tavoli – alleato di Renzi e, contemporaneamente, ‘leader’ del centrodestra – è tornato, fisso, nel centrodestra e, per conto dell’Europa dell’euro, deve ‘stoppare’ il Governo Di Maio-Salvini (cosa non si fa per salvare le proprie ‘Aziende’, è vero ex cavaliere Berlusconi?).

E poi perché il Governo grillini-Lega non piace a Bruxelles. Ed è anche logico: qui stiamo passando dal “ce lo chiede l’Europa” di Giorgio Napolitano al Governo che non piace all’Europa.

E allora? E allora niente Governo dell’inciucio tra grillini e Lega.

Così il PD, che ha perso le elezioni, resta a Palazzo Chigi con Gentiloni: e restano in carica – governando e firmando – Alfano al Ministero degli esteri, la Beatrice Lorenzin alla Sanità e ai vaccini, e via continuando con tutti gli altri Ministri.

Non solo. Se Di Maio e Salvini bloccano sul nascere la ‘vergogna’ del Governo dell’inciucio Rai 1, Rai 2 e Rai 3 continuano ad operare nelle salde mani dei renziani: così potranno continuare a fare le ‘pulci’ alla sindaca di Roma, Virginia Raggi.

La sindaca Raggi ha fatto un sacco di cose buone, ma Rai e Tv di Berlusconi ci hanno deliziato con gli scivoloni e solo con gli scivoloni della Raggi. Alcuni scivoloni ci sono stati, altri li hanno forzati, alcuni li hanno inventati. Però, alla fine, grazie a una campagna mediatica martellante il centrosinistra ha salvato la Regione Lazio. Vi pare poco?

Ma sì, niente Governo dell’inciucio grillini-leghisti e lasciamo la Rai al PD di Renzi. E gli lasciamo anche tutte le presidenze degli enti più importanti d’Italia, a cominciare dall’ISTAT: quello che ci diceva che cresceva l’occupazione e che aumentava il livello di “soddisfazione” degl’italiani…

Ovviamente, a che ci siamo, ci teniamo pure le ‘splendide’ riforme renziane, dal Jobs Act alal ‘Buona scuola’. E, naturalmente guai a toccare la legge Fornero con i suoi ‘splendidi’ esodati’ .

Lasciamo al PD renziano che ha perso le elezioni tutto il sottogoverno e, magari, dopo un anno di discussioni dotte, torniamo al voto, sempre con Gentiloni Presidente del Consiglio uscente…

Foto tratta da termometropolitico.it   

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti