Fiamme sulle Madonie: ricomincia l’inferno?

Fiamme sulle Madonie: ricomincia l’inferno?
28 aprile 2017

Possibile che ogni anno, con l’arrivo della bella stagione, dobbiamo porci sempre le stesse domande? La campagna regionale anti incendi è stata avviata? I boschi sono stati ripuliti? Le piste tagliafuoco erano a posto? Chiusa l’autostrada Palermo-Messina,  fra Tusa e Castelbuono

Un incendio è divampato nella notte sulle Madonie, tra Pollina, la frazione di Finale e Gratteri. Le fiamme si sono spinte a ridosso della Piana, nei pressi del bivio di San Mauro Castelverde. Non ci sono feriti, ma le fiamme hanno lambito delle zone abitate.
Nel pomeriggio di ieri i Canadair hanno cercato di limitare il fronte delle fiamme e in mattinata si alzeranno ancora in volo per cercare di spegnere i roghi ancora attivi e difficili da raggiungere dalle squadre a terra di vigili del fuoco e forestali. Chiusa l’autostrada Palermo-Messina,  fra Tusa e Castelbuono, per consentire alle squadre antincendio di lavorare.
Ieri  i vigili del fuoco Canadair e forestali sono stati impegnati anche a  Piana degli Albanesi, in contrada Dingoli, e Casteldaccia, in contrada Grifeo.

Ricomincia l’inferno?

Possibile che ogni anno, con l’arrivo della bella stagione, dobbiamo porci sempre le stesse domande? La campagna regionale anti incendi è stata avviata? I boschi sono stati ripuliti? Le piste tagliafuoco erano a posto? Si tratta di interventi essenziali, anche, se non soprattutto in caso di incendi dolosi, perché contengono le fiamme e i danni e rendono più semplici le operazioni dei vigili del fuoco.

O è sempre tutta colpa dello scirocco e di ignoti criminali?

Ricordiamo che l’anno scorso i danni provocati dalle fiamme sono stati incenti: le fiamme hanno distrutto vegetazione, case, attività agricole e imprese turistiche sulle Madonie e sui Nebrodi. Il 16 Giugno 2016, giornata di scirocco micidiale, la Sicilia è stata assalita dalle fiamme. Incendi in ogni dove per un bilancio drammatico: 800 roghi, 5.626 ettari di terra incendiati, di cui 3.748 ettari bosco e 1.878 di superficie destinata a macchia mediterranea.

E che a Luglio, dopo quei giorni infernali, la Flai Cgil e gli altri sindacati denunciava che la campagna anti incendi era ferma al palo come potete leggere negli articoli allegati qui sotto.

Ci risiamo?

Sicilia in fiamme, Regione sotto accusa: dimissioni subito!

Incendi: “Ancora ferma la campagna prevenzione”. La Sicilia resta a rischio roghi

Incendi in Sicilia: le idiozie dette sui forestali e le responsabilità di Regione e Comuni

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti