A che serve un Governo regionale siciliano che ammette di non sapere governare?/ MATTINALE 249

A che serve un Governo regionale siciliano che ammette di non sapere governare?/ MATTINALE 249
11 gennaio 2019

Gli attuali governanti della Regione ammettono di non essere nelle condizioni di fornire ai cittadini siciliani alcuni importanti servizi, dalla gestione di autostrade e strade provinciali all’agricoltura, dal riscaldamento nelle scuole alla gestione efficiente dei Pronto Soccorso e via continuando. A questo punto perché Musumeci e compagnia bella non ne traggono le logiche conseguenze?  

Dice il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci:

“Non siamo in grado di affrontare l’emergenza neve“. Emergenza che è stata annunciata dalle previsioni meteorologiche.

Lo stesso Governo regionale siciliano non è in grado di occuparsi delle strade provinciali: tant’è vero che ha chiesto al Governo nazionale di intervenire con un commissario.

Lo stesso Governo regionale siciliano non è in grado di occuparsi delle autostrade, tant’è vero che ha chiesto all’ANAS di acquisire il 50% o giù di lì del CAS, il Consorzio Autostrade siciliane che gestisce le autostrade Palermo-Messina, Messina-Catania e il tratto aperto al traffico della Siracusa-Gela (le altre autostrade e le strade statali sono già gestite dall’ANAS).

Lo stesso Governo regionale siciliano non è in grado di occuparsi dei controlli sulle derrate alimentari che arrivano in Sicilia dall’estero e, segnatamente, non è in grado di effettuare i controlli sulla navi cariche di grano che arrivano nei porti della nostra Isola.

Da quello che ci risulta – e noi l’agricoltura la seguiamo con una certa costanza – l’attuale Governo regionale siciliana non è in grado di dare risposte alla crisi che attanaglia il settore.

Lo stesso Governo regionale siciliano non è in grado di assicurare un efficiente servizio nei Pronto Soccorso della Sicilia. A fronte del caos che si registra nei Pronto Soccorso non ci sono provvedimenti efficaci per migliorare il servizio, che rimane molto carente; l’assessore regionale alla Salute-Sanità, Ruggero Razza, ha potenziato il ‘controllo’ dei cittadini che lamentano lunghe attese prima di essere visitati…

In queste ore il Codacons – dopo le proteste di studenti, genitori e insegnanti chiede l’immediata chiusura degli edifici scolastici privi di riscaldamento: se ne deve dedurre che l’attuale Governo regionale non è in grado di occuparsi del riscaldamento delle scuole!

Si potrebbe continuare con l’elenco di altre disfunzioni. Ma ci fermiamo qui perché, a nostro modesto avviso, quando il Governo di una Regione ‘toppa’ su questioni così importanti – in qualche caso dichiarando papale papale la propria incapacità di gestione di un servizio – qualche domanda è d’obbligo.

Se un Governo regionale non è in grado di occuparsi delle strade, non è in grado di occuparsi delle autostrade, non è in grado di riscaldare le scuole quando fa freddo, non è in grado di affrontare l’emergenza neve, non è in grado di controllare le derrate alimentari che arrivano da chissà dove, non è in grado di rendere efficienti i Pronto Soccorso, insomma, se non è in grado di assicurare questi servizi che ci sta a fare?

Foto tratta da blogsicilia

 

 

 



Commenti