Categorie: Minima Immoralia

Un po’ di chiarezza sulla sentenza della Corte Suprema USA che non vieta l’aborto ma restituisce il tema ai singoli Stati

  • Quanto è stato detto è scritto sulla presunta abolizione, da parte della Corte Suprema degli Stati Uniti, del ‘diritto costituzionale’ all’aborto è perlomeno fuorviante
  • Una sentenza del 1973 trasferiva la competenza su tale tema dai singoli Stati americani al Governo Federale, che non ha mai adottato provvedimenti… 

di Nota Diplomatica

Quanto è stato detto è scritto sulla presunta abolizione, da parte della Corte Suprema degli Stati Uniti, del ‘diritto costituzionale’ all’aborto è perlomeno fuorviante

Il sistema ‘federale’ degli Stati Uniti è un mistero per gli europei, come lo è pure per molti americani. È facile dimenticare che il Paese nasce come una federazione di singoli ‘Stati’ indipendenti – e che questi mantengono tuttora un buon grado di sovranità. Così, negli Usa non esiste l’anagrafe, né la ‘fedina penale’, né una patente di guida nazionale – e il Paese ha un Congresso che non è un Parlamento e un Presidente ‘esecutivo’ che non è un Primo Ministro. Il funzionamento costituzionale americano è alquanto misterioso anche per i corrispondenti stranieri presenti nel Paese. È per questo che ciò che avete letto o sentito riguardo alla presunta abolizione da parte della Corte Suprema Usa del ‘diritto costituzionale’ all’aborto è perlomeno fuorviante. Non si è mai trattato di un ‘diritto’ nominato nella Costituzione Usa, un documento del 1789.

Una sentenza del 1973 trasferiva la competenza su tale tema dai singoli Stati americani al Governo Federale, che non ha mai adottato provvedimenti… 

La nota decisione della Corte Suprema nel caso di ‘Roe v. Wade’ del 1973 ha avuto l’effetto di liberalizzare l’aborto perché – per l’interpretazione della Corte di allora – effettivamente trasferiva la competenza sul tema dai singoli Stati al Governo Federale, il quale poi, per non impegolarsi in un ginepraio tremendo, ha ritenuto di non prendere altri provvedimenti. La recente decisione dunque non vieta l’aborto. Piuttosto, restituisce il tema ai singoli Stati, di cui una minoranza è favorevole e gli altri sono contrari. La tensione tra il potere federale e la sovranità degli Stati individuali è una costante della contesa politica nazionale americana. È, almeno in senso lato, una delle grandi questioni che nutre la divisione ideologica tra i Democratici, di tendenza ‘federale’, e i Repubblicani, altrettanto tendenzialmente portati a difendere la sovranità degli Stati. La Corte Suprema, per com’è costituita, è invece ‘asincrona’ riguardo all’andamento della politica quotidiana. Gioca su un tavolo diverso…


Potete gestire i consensi cliccando qui:



I Nuovi Vespri @inuovivespri

Post Recenti

  • Italpress Pillole

Poste, Lasco “Grande attenzione per le donne”

1 dicembre 2022 23:25
  • Italpress Pillole

Poste, Farina “La parità di genere un tratto del suo Dna”

1 dicembre 2022 23:25
  • Top News by Italpress

Poker alla Costa Rica ma non basta: Germania fuori dai Mondiali

AL KHOR (QATAR) (ITALPRESS) - Una vittoria con due gol di scarto, ma inutile per il passaggio del turno. La…

1 dicembre 2022 22:15
  • Top News by Italpress

Il Giappone batte 2-1 la Spagna: entrambe agli ottavi

DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Il Giappone firma il colpaccio e batte in rimonta la Spagna per 2-1, con le due…

1 dicembre 2022 22:15
  • Top News by Italpress

Ucraina, Biden “Sono pronto a parlare con Putin”

WASHINGTON (USA) (ITALPRESS) - "E' una guerra malata" ed esiste un solo modo per fermarla, cioè che Vladimir Putin "si…

1 dicembre 2022 22:15