Fallimento dello IAL Sicilia: tanti fondi regionali, tanta Cassa integrazione, lavoratori che attendono ancora i pagamenti

Fallimento dello IAL Sicilia: tanti fondi regionali, tanta Cassa integrazione, lavoratori che attendono ancora i pagamenti
15 ottobre 2018

In questa lettera che Costantino Guzzo ci ha inviato si ricostruiscono alcuni passaggi – anche di denaro pubblico, tanto denaro pubblico – che hanno finito per penalizzare i lavoratori. Sono fatti, quelli raccontati dal responsabile dell’USB Formazione professionale della Sicilia, dipendente dell’ormai ex IAL, che fanno riflettere   

da Costantino Guzzo
responsabile dell’Unione Sindacale di Base (USB)
della Formazione professionale della Sicilia
riceviamo e pubblichiamo

Adesso vi descrivo le incongruenze che un BIDELLO SINDACALISTA CON LA TERZA MEDIA ha rilevato riguardo l’operato dello IAL CISL SICILIA ( o IAL SICILIA ).

Facciamo una piccola premessa: allo IAL CISL SICILIA ( o anche IAL SICILIA ) tra il 2010 ed il 2012 vengono decretati contributi pubblici da parte dell’Amministrazione regionale siciliana per circa 119 MILIONI di
EURO ed erogati 99.575.280,84.

A queste somme si aggiungono gli ammortizzatori sociali che lo IAL ha ricevuto e che solo nel 2012 ammontano a 4.707.501,26.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono queste riflessioni:

ANNO 2010 – Lo IAL CISL SICILIA pur ricevendo i finanziamenti, non corrisponde ai lavoratori le mensilità di Dicembre e Tredicesima.

PRIMA INCONGRUENZA
Perché lo IAL CISL SICILIA nel 2010 non ha corrisposto le retribuzioni ai i lavoratori e dove sono finiti questi SOLDI, visto che una parte di lavoratori non ha ricevuto quanto gli spettava come retribuzioni?

ANNO 2011 – Nel 2011 tutti gli amministrativi dello IAL vengono posti in Cigd per 4 mesi a rotazione.

La Cigd parte dal 21 di Luglio al 31 di Dicembre.

SECONDA INCONGRUENZA
Come si può conciliare la concessione della CIGD allo IAL CISL SICILIA se a questo ente nel 2011 gli erano stati concessi i finanziamenti pubblici per la relativa corsualità, ed inoltre dove sono finiti i SOLDI del finanziamento pubblico ricevuto se gli amministrativi ricevevano la Cigd dall’INPS?

ANNO 2012 – Nell’anno 2012 quasi tutti i lavoratori dello IAL CISL SICILIA o IAL SICILIA, che dir si voglia, per circa 8 mesi venivano posti in Cigd.

TERZA INCONGRUENZA
Lo IAL CISL SICILIA (o IAL SICILIA ) pur ricevendo i finanziamenti pubblici e usufruendo di un ammortizzatore in deroga non corrisponde 5 retribuzioni ai lavoratori (successivamente a seguito di una conciliazione, e con accordo sindacale la corresponsione di queste retribuzioni viene dilazionata in 3
tranche l’ultima della quale a fine del 2013 ) è chiaro, da quello che si evince dai decreti ingiuntivi e dall’ammontare dell’insinuazione al passivo presentato dai lavoratori, che gran parte delle retribuzioni (facenti parte dei finanziamenti ricevuti dallo IAL per l’Avviso 20) non sono mai state corrisposte ai lavoratori, nonostante circa l’80% del finanziamento sia per spese del personale dipendente.

A questo punto la domande che sorgono spontanee sono:

dove sono finiti i soldi del finanziamento dell’Avviso 20 ed inoltre come mai non c’è ancora dopo anni e anni un solo Rappresentate Legale – con riferimento al periodo 2010 -2013 – ad essere indagato?

Che fine ha fatto l’esposto presentato dall’allora Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, relativo all’anno 2012, in cui chiede alla Procura di Palermo di indagare su 5 enti tra cui lo IAL per ipotesi di truffa
avendo riscosso nel medesimo anno sia finanziamenti per corsi che Cigd? (vedi GDS del 21/09/2013)

Per finire poniamo a voi la domanda/tormentone che tanti ex lavoratori dello IAL si fanno, relegati ormai ad essere di serie B: cosa c’è dietro il fallimento dello IAL?



Commenti