30
Set
2017
0

Il Movimento Roosvelt si schiera con Noi Siciliani con Busalacchi-Sicilia Libera e Sovrana

Nato nel 2015, si propone di arrestare la deriva antidemocratica e neo aristocratica della politica tradizionale: “Noi crediamo in una Europa diversa, guidata da una governance legittimata democraticamente e in grado di perseguire l’interesse generale del popolo europeo”. Una sfida che interessa la Sicilia così come il resto d’Italia…

Si allarga la compagine politica a sostegno di Noi Siciliani con Busalacchi- Sicilia Libera e Sovrana in vista delle prossime elezioni regionali siciliane e dei prossimi appuntamenti elettorali nazionali.

A dichiarare ufficialmente il proprio sostegno a Franco Busalacchi, quale candidato alla Presidenza della Regione siciliana, oggi è il Movimento Roosvelt:

“Il Movimento Roosevelt, alle elezioni in Sicilia, supporta il candidato Franco Busalacchi, da oggi militante del nostro movimento. Esprimiamo  grande soddisfazione per l’alleanza con Noi Siciliani. La Sicilia potrà essere il primo tassello per la conquista della sovranità del popolo europeo”.

Nell’ultima frase del comunicato ufficiale sta l’essenza del Movimento Roosvelt che si pone come obiettivo il ritorno della democrazia in Europa:

“Noi del Movimento Roosevelt- si legge sul blog- crediamo che lo stato sociale e la democrazia di cui i Paesi occidentali hanno goduto dal dopoguerra ad oggi siano sostanzialmente in pericolo. Invece di continuare nel percorso di democratizzazione del mondo e di creazione di una vita migliore per tutti , la società occidentale sembra vittima di pulsioni neo oligarchiche impegnate nel ridurre i diritti umani, lo stato sociale e la democrazia. Il Movimento Roosevelt denuncia una deriva politico-economica illiberale ed antidemocratica che rischia di amplificare la polarizzazione sociale, di far arretrare le condizioni di vita materiale delle persone e di arrestare il processo di avanzamento sociale ed economico mondiale”.

“Alla declinazione neoliberista, neoaristocratica e antidemocratica dei processi di globalizzazione in corso, è inderogabile contrapporre operativamente l’ideale della sovranità popolare sostanziale e non solo formale di tutte le istituzioni pubbliche, da quelle locali a quelle sovranazionali. Noi crediamo in una Europa diversa, guidata da una governance legittimata democraticamente e in grado di perseguire l’interesse generale del popolo europeo”, affermano gli ispiratori.

“In tal senso, intendiamo declinare in ogni angolo del Continente gli immortali principi sanciti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo adottata dall’Assemblea generale dell’Onu nel 1948 grazie alla lungimiranza di Eleanor Roosevelt”.

E ancora:

“Economisti come J.M. Keynes e William Beveridge e politologi come John Rawls ci hanno mostrato come creare una societa’ giusta e libera, mentre politici come yF.D. Roosevelt, J.F Kennedy ed i pionieri della New Frontier ci hanno dimostrato che quella società non solo è realizzabile ma è anche la più prospera mai conosciuta nei tempi moderni”.

Ispirato da Gioele Magaldi (Grande Oriente democratico- presidente del movimento) ed istituito da 500 soci fondatori a Perugia il 21Marzo del 2015, il movimento,aperto a tutti i cittadini che ne condividono gli obiettivi, annovera tra i suoi militanti  l’economista keynesiano di origini siciliane, Nino Galloni (vice presidente), già indicato come assessore regionale all’Economia da Franco Busalacchi (in questa video intervista Galloni ci ha parlato delle sue idee per risollevare l’economia siciliana).

In buona sostanza, il Movimento Roosvelt si inserisce  in quel panorama di nuove entità politiche che in Italia e in Europa stanno cercando di dare vita ad una alternativa concreta al sistema di partiti tradizionali palesemente legati all’oligarchia finanziaria che sta affamando tutti i popoli. In questo contesto si colloca anche la Confederazione di Liberazione Nazionale –di cui vi abbiamo parlato qua–  e con cui Noi Siciliani con Busalacchi ha già stretto una alleanza.

Prove tecniche di un cambiamento radicale che mira ad arrestare la deriva antidemocratica e neo aristocratica della vecchia politica e che non può non interessare la Sicilia così come il resto dell’Italia e dell’Europa. In quest’ottica è chiaro che la strada è lunga e non può certo fermarsi alle elezioni del 5 Novembre.

Qui sotto il video dell’intervista a Busalacchi realizzata dal Movimento Roosvelt per London TV.

TAG ARTICOLO

Tags: , , , , , ,

Ti potrebbero interessare

Regionali, negato l’accesso agli atti: denunciato un magistrato di Agrigento
Elezioni: la sovranità appartiene al popolo? No, ai signori della Corte d’Appello
Noi Siciliani con Busalacchi: ecco le liste
Busalacchi: Cracolici non può fare campagna elettorale usando il Psr

2 Responses

  1. Evelina Nicotra

    Quello a cui sto assistendo è la costruzione di un mosaico. Pezzo dopo pezzo si avrà, un capolavoro. Ben venga questo nuovo ingresso. Molto interessante. Gli argomenti trattati riguardano un pezzo di verità economica che rappresentano il fulcro dell’economia di oggi. L’alta finanza rappresentata in maniera massiccia dalle banche, che stanno succhiando il sangue a tutto il popolo,intanto italiano, ma posso dire globalmente inteso, provocando sacche di povertà di cui i governi non si rendono e o non si vogliono rendere conto.

Lascia il tuo commento