11
Apr
2017
0

I consiglieri comunali di San Giuseppe Jato all’ANAS: no al glifosato sulla Palermo-Sciacca

Un gruppo di consiglieri comunali di San Giuseppe Jato – Comune dove insiste un’agricoltura di qualità – ha presentato una mozione per impegnare l’ANAS a non utilizzare il glifosato per diserbare i bordi della strada a scorrimento veloce Palermo-Sciacca. La verità è che nessuno faceva caso a questa pratica. Ora il gioco è stato scoperto e la politica seria pone la questione

Quando, il 9 marzo scorso, abbiamo iniziato a interrogarci sull’uso dei diserbanti per liberare i lati delle carreggiate strade della Sicilia dalle erbe infestanti (come potete leggere qui), pensavamo che si trattasse di un caso unico. Invece, piano piano, abbiamo appurato che tante strade della nostra Isola – comprese alcune autostrade – vengono diserbate con il ricorso a prodotti chimici che avvelenano l’ambiente. Per la precisione, si ricorre alla chimica – a quanto pare al ‘famigerato’ glifosato (fa pure rima…) – per ‘risparmiare sulla manodopera.

Abbiamo chiesto al professore Paolo Guarnaccia, dell’università di Catania, cosa pensa di questa storia. Abbiamo interpellato non a caso questo docente, visto che insegna Agricoltura biologica presso la facoltà di Agraria catanese. La sua risposta è stata la seguente:

“La pratica di utilizzare gli erbicidi lungo i bordi delle strade andrebbe evitata” (qui potete leggere per esteso l’intervista al professor Guarnaccia).

Oggi siamo venuti in possesso di un documento per certi versi molto importante, perché testimonia la sensibilità crescente degli amministratori pubblici nei riguardi dell’ambiente.

E’ una mozione che alcuni consiglieri comunali di San Giuseppe Jato – Comune della provincia di Palermo che vive di agricoltura – hanno inviato all’ANAS regionale della Sicilia e al presidente del Consiglio comunale della loro cittadina. Tema: introdurre il divieto di utilizzare i diserbanti sulla strada a scorrimento veloce Palermo-Sciacca.

L’iniziativa è corretta: questa strada passa per San Giuseppe Jato, Comune – lo ribadiamo – dove insiste un’agricoltura importante, anche biologica.

Nella mozione si richiama la carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, le norme in materia ambientale dello sviluppo sostenibile, e il PAN, il Piano di Azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Il documento ricorda che, in Danimarca, il glifosato è vietato dal 2003. Si citano gli studi sul glifosato e sugli effetti non esattamente ‘benefici’ di questa sostanza nell’organismo umano.

E si ricorda che, da qualche anno a questa parte, le erbe infestanti, invece di essere sfalciate manualmente, vengono eliminate con l’uso dei diserbanti.

Dopo di che i consiglieri comunali chiedono al presidente del Consiglio comunale di attivarsi presso l’ANAS – che gestisce la manutenzione della strada a scorrimento veloce Palermo-Sciacca – per “avere rassicurazioni sull’utilizzo di queste sostanze, onde evitare danni a produzioni biologiche e alla salute umana”.

Certo che è incredibile se si venisse a scoprire che diserbano la strada a scorrimento veloce Palermo-Sciacca con il glifosato: questa parte della Sicilia non è soltanto nota per l’agricoltura biologica, ma anche per i vigneti.

Già hanno scoperto che la birra contiene glifosato. Vuoi vedere che….

 

 

 

TAG ARTICOLO

Tags: , ,

Ti potrebbero interessare

Com’era prevedibile, il Nord Italia vuole rubare i grani antichi alla Sicilia! Si comincia con la Tumminìa…
Siciliani Liberi: “Il futuro della Sicilia è nell’agricoltura. Quando governeremo cambieremo tutto”
Rifiuti in Sicilia: si va avanti di emergenza in emergenza e si programmano solo grandi affari
La Sicilia travolta dallo Scirocco: sono state effettuate le opere di prevenzione degli incendi?

Lascia il tuo commento